Segnalazioni sulla lista E.A.P.

Io sono una persona paziente e disponibile, che non vede l’ora di rimuovere qualche nome dalla Lista E.A.P:  ogni nome in meno, infatti, è un editore in più che svolge correttamente il suo lavoro.

Però non potete pretendere che io elimini dalla lista un editore notoriamente a pagamento, che lo scrive pure sul suo sito (insieme a svariate idiozie che non commento): se anche l’editore pubblica a doppio binario, sempre a pagamento è. Fine del discorso.

E per un distributore, il doppio binario significa sempre “a pagamento”. Indi, i problemi sono gli stessi riscontrati per un editore che pubblica ESCLUSIVAMENTE  a pagamento.

Ora. Se io vi spiego le cose e voi non mi volete ascoltare, anzi, mi scatenate contro gli autori che hanno pubblicato con voi gratis su un’antologia, non mi fate cambiare idea; semmai, mi fate alterare.

Soprattutto se mi si viene a strepitare contro che “tale inserimento in lista nera è passibile di querela”.

Ci siamo già passati, per quest’assurda trafila, non ho voglia di ripetere ancora le stesse cose ogni sei mesi. Se avete dei vuoti di memoria, il caso MJM è sulla barra laterale a sinistra, in alto, nel primo link.

Annunci