Buon compleanno, Writer’s Dream

È trascorso un anno.

Un lungo, straordinario, intensissimo anno, un anno in cui il WD è stato lo scenario di un viavai incredibile di utenti, editori, autori,gente capitata per sbaglio ma, soprattutto, sognatori.
Sognatori che, come me, cercavano un modo per realizzare il loro sogno: scrivere.

Tanti se ne sono andati, alcuni non li abbiamo rivisti mai più, altri ancora sono qui dal primissimo giorno: a tutti un sentito ringraziamento che, credetemi, arriva dal più profondo del cuore.

Perché è grazie a voi, al vostro contributo, alla vostra presenza, alla vostra passione se noi siamo ancora qui, a distanza di un anno, indenni alle numerose burrasche in cui siamo incappati.

È grazie a voi se io non ho mai ceduto di fronte alle pressioni e talvolta alle minacce di gente senza scrupoli che tentava di chiuderci la bocca; è grazie a voi se sono riuscita a inghiottire ogni boccone amaro nonostante le dimensioni sempre crescenti e a proseguire con più forza ed energia di prima.

È grazie a voi se il WD esiste e continuerà a farlo, e a crescere, e ad evolversi, e a cambiare il mondo… perché ognuno di voi, con il suo intervento, il suo passaggio in questo posto ha contribuito a fare un minuscolo passo in
avanti per risanare un ambiente malandato, per modificare un panorama che da troppo tempo muta solo in negativo.

A chi non crede che sia possibile cambiare le cose e a chi dice di non impegnarsi nel farlo ma è qui, l mio fianco: grazie. Perché se anche non lo credete, state contribuendo al cambiamento.

E grazie anche a quelle persone senza scrupoli di cui parlavo prima, che cercando di chiudermi la bocca hanno solo rafforzato la mia testardaggine senza confini: un ringraziamento sincero, perché mi avete dato l’occasione
di verificare quanto forte fossero il mio progetto e le persone che giorno dopo giorno lottano con me per mantenerlo in vita.

Le tempeste che speravate ci distruggessero ci hanno dato nuova forza. Grazie, di cuore.


Io credo nel WD quanto il primo giorno, anzi: molto di più. Perché
quando, 365 giorni fa, ho creato il forum del WD mi trovavo in un forum di
sezioni vuote, da sola in mezzo al nulla. Un forum che aveva come progetto
quello di condividere i miei scritti, e che solo in seguito si è evoluto nel
posto in cui poter parlare in libertà, senza censure e senza paure che è ora,
checché ne dicano certe persone.

Un grazie anche a quegli editori che, incredibile a dirsi, ci stanno imitando: mi avete fatto ridere a lungo e con estremo piacere,

E ora, consentitemi di ringraziare le persone che mi hanno accompagnato e che mi stanno accompagnando in questo lungo ed estenuante cammino; non avetene a male se non comparite, citarvi uno ad uno è un’impresa impossibile.

A Marion e Lady, le mie due prime amministratrici che hanno
visto ogni cosa sin dall’inizio, e che ogni cosa hanno sopportato, che mi hanno aiutata nei momenti di crisi senza mai abbandonarmi: grazie. Infinite grazie.

A John Kananga Lancaster, il cattivo più cattivo del forum, il creatore della parola simbolo del WD “scrittevolmente”, al più crudele, incompreso e adorabile critico del forum, grazie.

A Hilary, che in tempi passati ha dato nuovo lustro al WD, che assieme ad Arussil mi ha sostenuto strenuamente in battaglie memorabili e che ora posso annoverare tra le mie più care amiche: grazie. Con tutta l’anima.

A Dabria, pazza, folle e terribile donna dal grande carattere e dall’umorismo tagliente, che più di una volta mi ha riempito di insulti per farmi capire che stavo facendo delle boiate e che, nonostante la mia idiozia estrema mi è rimasta staffer e amica, grazie. Grazie, grazie, GRAZIE.

A Kinamy e Silver, con cui mi sono scannata innumerevoli volte ma che malgrado tutta la mia testardaggine e la mia capacità di rendermi odiosa mi hanno sopportata e continuano a farlo, grazie.

A netty e xeno, i due primi supercritici senza i quali mancherebbe un memorabile pezzo di storia del WD, un ENORME pezzo di storia, grazie.

A Noeli e Nissia, le due pantere dagli artigli affilati che hanno fatto di tutto per il forum e per me personalmente, grazie di cuore. E torna tra noi, Noa. Ci manchi immensamente.

Ad Ayesha, la mia migliore amica, la mia supporter, la mia fan, la grafica di mia esclusiva proprietà: grazie per ogni cosa. Senza di te l’ultimo  periodo sarebbe stato una disfatta.

Ad Hush, silenzioso (solo di nome) e letale staffer, grande e sincero amico: grazie per la tua pazienza, la crudeltà e per lo spirito organizzativo che a me manca completamente.

A Rugerfred, arrivato da pochissimo ma già meritevole di stima e affetto da parte di tutti noi, grazie.

A Promethea, mia autrice preferita, grazie per le tue storie e il tuo umorismo formidabile che mi uccide ogni volta. Ti farò diventare famosa, te lo prometto.

A Oninra, il cui legame trascende ogni realtà virtuale e che è troppo profondo per essere descritto qui;

A Jiraiya, per il suo ruolo da buffone di corte e per il volantino del WD; in realtà i tuoi meriti sono tanti, ma poi ti monti la testa.

A Caym, probabilmente la donna più forte e battagliera che abbia mai conosciuto nonché l’editor più spietata che si possa trovare in giro
per l’Italia, grazie per avermi preso sotto la tua ala e avermi guidata nel mondo dell’editoria.

Ad avvocato spadaccino, signore d’altri tempi che dispensa preziosi consigli e che mi ha aiutata in momenti delicatissimi della storia del WD, un ringraziamento infinito.

A Ian Delacroix e a tutti i miembri di Edizioni XII, che adoro profondamente;

A Edizioni Montag e Fabrizio Bianchini, ad Andrea Malabaila, a Las Vegas, a Tanit e a Villaggio Maori Edizioni: grazie a tutti.

A tutti i lettori, i supercritici, i recensori e i correttori di bozze, troppo numerosi per poterli ringraziare ad uno ad uno, un
grazie di cuore per il vostro preziosissimo e insostituibile lavoro.

Grazie ad Alex di MJM Editore, a Vanexa, Robermat, Vick, Andrew Devereux, VxVendetta, per averci aiutati a comprendere un po’ di più la
natura del mondo.

E, ancora una volta, grazie a tutti coloro che stanno e sono stati con noi, che hanno condiviso anche solo dieci secondi della loro
esistenza con queste pagine.

Senza di voi non esisteremmo.

E per finire…un atto di megalomania, grazie pure a me stessa
per avere creato questo posto ;)

Annunci

2 thoughts on “Buon compleanno, Writer’s Dream

I commenti sono chiusi.