Buon compleanno, Writer’s Dream

È trascorso un anno.

Un lungo, straordinario, intensissimo anno, un anno in cui il WD è stato lo scenario di un viavai incredibile di utenti, editori, autori,gente capitata per sbaglio ma, soprattutto, sognatori.
Sognatori che, come me, cercavano un modo per realizzare il loro sogno: scrivere.

Tanti se ne sono andati, alcuni non li abbiamo rivisti mai più, altri ancora sono qui dal primissimo giorno: a tutti un sentito ringraziamento che, credetemi, arriva dal più profondo del cuore.

Perché è grazie a voi, al vostro contributo, alla vostra presenza, alla vostra passione se noi siamo ancora qui, a distanza di un anno, indenni alle numerose burrasche in cui siamo incappati.

È grazie a voi se io non ho mai ceduto di fronte alle pressioni e talvolta alle minacce di gente senza scrupoli che tentava di chiuderci la bocca; è grazie a voi se sono riuscita a inghiottire ogni boccone amaro nonostante le dimensioni sempre crescenti e a proseguire con più forza ed energia di prima.

È grazie a voi se il WD esiste e continuerà a farlo, e a crescere, e ad evolversi, e a cambiare il mondo… perché ognuno di voi, con il suo intervento, il suo passaggio in questo posto ha contribuito a fare un minuscolo passo in
avanti per risanare un ambiente malandato, per modificare un panorama che da troppo tempo muta solo in negativo.

A chi non crede che sia possibile cambiare le cose e a chi dice di non impegnarsi nel farlo ma è qui, l mio fianco: grazie. Perché se anche non lo credete, state contribuendo al cambiamento.

E grazie anche a quelle persone senza scrupoli di cui parlavo prima, che cercando di chiudermi la bocca hanno solo rafforzato la mia testardaggine senza confini: un ringraziamento sincero, perché mi avete dato l’occasione
di verificare quanto forte fossero il mio progetto e le persone che giorno dopo giorno lottano con me per mantenerlo in vita.

Le tempeste che speravate ci distruggessero ci hanno dato nuova forza. Grazie, di cuore.

Continua a leggere

Dark versus Light: proroga concorso

La scadenza dell’invio testi per il concorso Dark versus Light è stata prorogata al 26 aprile 2009. La settimana di votazioni si terrà dal 27 aprile al 3 maggio, mentre i risultati finali arriveranno a fine maggio 2009.

Grazie a tutti per la partecipazione!

Dark versus Light – GdN

In occasione del primo compleanno del Writer’s Dream e in concomitanza con la Open Week organizzata dalla Lega dell’Inchiostro, lo Staff è lieto di presentarvi

Dark versus Light
Gioco di Narrazione

Sette personaggi in lotta con il proprio peccato, sette giorni per redimersi. Puoi decidere tu del loro destino. Dal 30 marzo al 5 aprile, solo su Writer’s Dream

Prologo ed Epilogo del bravissimo Ian Delacroix, il burattinaio nero di XII Edizioni


Dark versus Light – bando di concorso urban fantasy

Writer’s Dream lancia il primo concorso

Originali e Fanfiction – Urban Fantasy

Il concorso è aperto a tutti, la partecipazione è completamente gratuita e, visto che la gloria e l’onore non saziano la fame dell’uomo, abbiamo stanziato dei succulenti premi per voi.


A – Sezione ORIGINALI

Sono ammessi al concorso i racconti autoconclusivi che soddisfano i seguenti requisiti:

Appartenenza al genere Urban Fantasy;

lunghezza minima di due pagine Word, font Times New Roman corpo 12;

lunghezza massima di dieci pagine Word, font Times New Roman corpo 12;

inedicità del racconto (la pubblicazione su siti/forum/blog in tempi precedenti o contemporanei allo svolgimento del concorso comporta l’esclusione dalla competizione)

Ogni autore può partecipare con un solo racconto. La partecipazione alla sezione Originali preclude la possibilità di partecipare alla sezione Fanfiction.

B – Sezione FANFICTION

Sono ammesse al concorso le fanfiction autoconclusive (one-shot o a capitoli) che soddisfano i seguenti requisiti:

lunghezza minima 2 pagine di Word, font Times New Roman corpo 12;

lunghezza massima 10 pagine di Word, font Times New Roman corpo 12;

presenza dell’elemento fantastico;

inedicità della stessa (la pubblicazione su siti/forum/blog in tempi precedenti o contemporanei allo svolgimento del concorso comporta l’esclusione dalla competizione)

NON sono ammesse fanfiction:

PWP (sesso senza trama);

appartenenti al fandom di Naruto;

sulle Real Person;

con personaggi OOC.

Crossover;

Song-fic.

Ogni autore può partecipare con una sola fanfiction. La partecipazione alla sezione Fanfiction preclude la possibilità di partecipare alla sezione Originali.

Continua a leggere

Il sito ufficiale è online

Signori e signore, dopo giorni di fatica e con la collaborazione fatidica di Ayesha – che ha ovviato all’inconveniente tecnico che impediva la pubblicazione del sito dall’alto della potenza della sua connessione – il nostro sito web ufficiale è online.

Per vederlo cliccate qui.

Il nuovo indirizzo mail ufficiale è redazione@writersdream.org

Stiamo diventando famosi!

Oggi il quotidiano online affaritaliani.it ha pubblicato sul suo sito un articolo intitolato “Italiani: un popolo di navigatori, santi e scrittori…a pagamento”, in cui conduce un’inchiesta sugli editori a pagamento, ponendo un esempio negativo (Il Filo) e uno positivo (Albalibri) e, udite udite, parlando di noi! Ecco qua cosa si dice del Writer’s Dream:

LA RETE AIUTA A “SMASCHERARE”

Internet può essere molto d’aiuto nel nostro caso. Tanti siti, blog e forum, come abbiamo appena detto, parlano di questo tema. Ognuno racconta la propria esperienza, che spesso finisce per essere molto d’aiuto a chi, per sua fortuna, non è ancora entrato nel “vortice” della peggiore editoria a pagamento. Un esempio: in rete il blog degli scrittori esordienti “Writer’s Dream – Perché scrivere non è solo un sogno”. In questo spazio, tra le altre cose, di recente si è finiti inevitabilmente per parlare dell’argomento di questa inchiesta. Ed ecco il risultato: addirittura, quella che viene definita “La famosa lista E.A.P” (la sigla sta, naturalmente, per “editori a pagamento”. Ecco la lista). C’è un elenco di ben  37 case editrici “colpevoli”! Chiunque ne conosca altre, le può segnalare ai blogger, e verranno (dopo apposito controllo) aggiunte alla lista. Come è giusto che sia per un blog, segue discussione, con commenti spesso critici nei confronti della stessa “black list”. Di solito gli attacchi arrivano proprio dai responsabili delle case editrici coinvolte e “danneggiate”…

Yes, stiamo decisamente diventando famosi 😉

Ecco il link all’articolo completo: clicca. La parte in cui si parla di noi è nella seconda pagina.

Incontro con l’Autore

Writer’s Dream e Lega dell’Inchiostro sono lieti di annunciarvi il primo evento nella loro storia:

Incontro con l’Autore

L’incontro si terrà domenica 14 dicembre alle ore 16.00, nella Festino Room del forum Writer’s Dream.

L’Autore ospite per questo primo Incontro sarà Luana Troncanetti, autrice del libro “Le mamme non mettono mai i tacchi“, autopubblicato con Boopen e che ha riscosso un buon successo, tanto da aver convinto Boopen a portare in libreria il suo libro.

Luana sarà lieta di rispondere a ogni domanda e curiosità che i lettori e gli ospiti vorranno porle.

Concorso “Vinci un romanzo”

Il Writer’s Dream, in collaborazione con Fleghias, indice il concorso Vinci un romanzo

Il primo che risponderà esattamente a tutte e tre le domande riceverà una copia del mio romanzo ” I canti di belefiaht” 0111 edizioni, direttamente dove vorrà.
Ecco la trama del libro:

Cosa interrompe l’ennesima battaglia tra gli angeli e i demoni?
Il pianto di un giovane poeta alla ricerca della propria ispirazione contiene la chiave per trovare quell’ essere che l’angelo e il demone cercano da sempre. Inizia così per Andreas un viaggio in cui, attraverso la propria morte, il proprio paradiso e il proprio inferno, capirà come il destino di madri disperate, innocenti, assassini, dannati, suicidi, e giovani poetesse, si intrecci con il suo. Un viaggio guidato dalle poesie di un angelo-demone che attraverso i suoi versi lo guiderà all’interno dei suoi incubi e delle sue paure, nei suoi sogni e nei suoi amori, fino all’incontro di quel fuoco che tiene in sé il volto dolce e pauroso, terribile e magnifico, dell’ispirazione. Il destino e il segreto di un poeta e dei suoi versi nascosti nel significato dei nomi e nelle poesie de “I Canti di Belefiaht”.

Possono partecipare tutti, non vi è limite di tempo. Le domande verrano postate domani, martedì 2/12, ALLE ORE 14:00.

Vi aspettiamo numerosi!

CLICCA PER ISCRIVERTI AL CONCORSO

Prendiamo provvedimenti

Come ha detto giustamente Dabria “a casa mia tutti hanno diritto di parola, però se metti i piedi sul tavolo ti caccio a calci”.

Quanto succede da alcuni giorni al Writer’s Dream, per mano dell’utente vanexa – e ora di robermat – si chiama semplicemente infrazione al regolamento e, nel caso del primo utente nominato, di pura e semplice diffamazione.

Ora. Noi siamo tutti molto tolleranti, molto aperti al dialogo e al confronto. Ma al confronto civile e serio, non ci va di litigare con certa gente che pensa di essere all’asilo o su un ring di wrestling. Non siamo in nessuno dei due, ci troviamo bensì in un punto di ritrovo comune in cui si cerca di fare informazione libera e corretta.

Pertanto, non saranno più tollerate disgressioni al regolamento, al buongusto, alla decenza e alla legge italiana.

Tanto di cappello a chi dice che pubblica ma con acquisto copie. Io ho pubblicato il mio primo libro con una editrice non a pagamento ma non ha diffusione se non in internet e nella loro zona. Mi ha stampato 200 copie dicono ma non ci credo. Io non ci credo a chi non è chiaro e non ti chiede soldi, sicuramente chiede i soldi dopo, come quella.

Questo è un post di robermat. A quanto pare la disinformazione, dalle parti sue e di vanexa, è un must. Perché c’è l’erronea convinzione che i libri editi da editori a pagamento siano distribuiti in tutt’Italia? Basti pensare che i recensori professionisiti i libri pubblicati da editori a pagamento non li aprono nemmeno. I giornalisti non li leggono. I critici nemmeno. I lettori neppure. Avete mai trovato in libreria un libro pubblicato da un editore a pagamento? Io no.

Poi, il fatto che robermat non creda a chi non è chiaro e a chi non chiede soldi è un anacronismo unico! Se un editore non ti chiede soldi è chiarissimo: è nel caso opposto che ci possono essere delle ombre. Poi, se lui vuole pubblicare spendendo soldi sono affari suoi, a me non interessa. A me – a noi del WD – preme fare informazione e contrastare la disinformazione che utenti – reali o fittizi – spargono nel web.

Ricordate: Writer’s Dream non è un portale con scopi di lucro, ogni sua collaborazione è a titolo gratuito e non ricava soldi da nessuna parte, nemmeno da pubblicità.

Che benificio avremmo a mentire?

Ai posteri l’ardua sentenza.